• (+39) 0332 919046
  • A soli 10 km dal centro di Varese
  • info@studiopappalardo.com

Articoli

Comunicazione dei beni ai soci e dei finanziamenti

In presenza di società/ditte individuali che  concedono in godimento l’utilizzo di un bene d’impresa a un socio/familiare è necessario trasmettere in via telematica, all’Agenzia delle Entrate, una specifica comunicazione contenente i dati relativi ai suddetti beni. La comunicazione deve essere utilizzata anche per segnalare all’Agenzia delle Entrate i finanziamenti d’impresa o la capitalizzazione da parte dei soci o dei familiari che hanno un valore pari o superiore a € 3.600,00. La comunicazione va predisposta sia per i beni che per i…

Attivazione nuova funzione sul sito

Per poter consultare l’archivio relativo agli argomenti che si vuole approfondire attivare il pulsante cerca negli articoli, posto  a destra del punto di osservazione,  inserendo la parola oggetto di ricerca. Verranno visualizzati tutti gli articoli pubblicati fino ad oggi relativi all’argomento richiesto.  Certo di far cosa gradita e nell’intento di migliorare la funzionalità del sito, auguro una buona consultazione.…

Comunicazione delle operazioni Iva 2013 (spesometro)

Prossima scadenza per la presentazione dello spesometro che consiste nell’obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva è assolto con la trasmissione,  per ciascun cliente e fornitore, dell’importo di tutte le operazioni attive e passive effettuate. Per le sole operazioni per le quali non è previsto l’obbligo di emissione della fattura, la comunicazione telematica deve essere effettuata qualora le operazioni stesse siano d’importo non  inferiore a € 3.600,00, comprensivo dell’Iva. Costituiscono eccezione le operazioni, documentate con fattura, delle attività dei…

Risposte in breve

Il quesito scelto della settimana riguarda le locazioni, in particolare il rilascio delle quietanze a seguito di pagamento.                                                                                               Domanda: la ricevuta del bonifico sostituisce la ricevuta del fitto con la relativa marca da…

Considerazioni sulla scelta dello strumento di risanamento

Si conclude la panoramica relativa alle cause che hanno determinato la crisi aziendale e le soluzioni da intraprendere da parte dell’imprenditore per poter uscire dalla situazione debitoria in cui si trova la sua impresa. Attraverso questo articolo, si cerca di stabilire, nel momento in cui si sia deciso di operare nel quadro di uno strumento per il risanamento previsto dalla legge, quale fra essi sia quello più idoneo nella concreta situazione in cui si trova l’impresa.  E’ necessaria una valutazione…