• (+39) 0332 919046
  • A soli 10 km dal centro di Varese
  • info@studiopappalardo.com

Articoli

Novità relative al modello 730/2024 anno 2023

La circolare 8/E/2024 attribuisce un certo risalto alla nuova modalità di presentazione semplificata della dichiarazione dei redditi da parte dei titolari di redditi di lavoro dipendente (incluse le pensioni) e assimilati (nuovo comma 3-bis dell’articolo 1 del Dlgs 175/2014). Da quest’anno le informazioni in possesso dell’Amministrazione finanziaria vengono rese accessibili ai titolari di tali redditi (ma non ancora ai professionisti e Caf, sebbene ciò sia previsto per il prossimo futuro) in un’apposita sezione dell’applicativo web della dichiarazione precompilata, tramite l’area…

Come comportarsi con le operazioni a cavallo dell’anno?

Pertanto, a differenza di quanto accaduto nei mesi precedenti, e fino al mese di novembre scorso (quando una fattura ad esempio datata 30 novembre e ricevuta il 5 dicembre, poteva essere inclusa nella liquidazione del mese di novembre), nel mese di dicembre, per le fatture datate 31/12/2023 e ricevute tramite il Sdi, ad esempio, il 5 gennaio 2024, non è possibile detrarre l’imposta nella liquidazione del 16 gennaio 2024, ma occorrerà attendere il 16 febbraio 2024 per i contribuenti mensili…

Bilanci: le regole di presentazione per gli ETS

Gli ETS presentano quest’anno i bilanci con le nuove regole. Gli enti del terzo settore con ricavi, rendite, proventi non inferiori a 220 mila euro hanno l’obbligo di redigere il bilancio in forma “ordinaria”, composto da stato patrimoniale, rendiconto gestionale e relazione di missione, come previsto dall’articolo 13, comma 1 del Codice del Terzo settore.  Nel bilancio sono da riportare i dati comparativi dell’esercizio precedente. Solo per il primo esercizio l’Oic 35 permette di evitare il riporto dei risultati dell’esercizio…

Bilancio depositato dalla s.r.l. in assenza della revisione

La premessa a monte è stata che, a fronte della (prevedibile) inattività di numerose srl a nominare il revisore nel ricorso delle condizioni dimensionali, i Conservatori dei Registri delle imprese hanno iniziato ad attivarsi, inviando una lettera di sollecito; decorso un congruo periodo di tempo (non superiore a due mesi, secondo talune Conservatorie) senza ricevere riscontro, il Conservatore segnala il tutto ai competenti Tribunali. In tale indirizzo, tuttavia, fa eccezione la posizione del Conservatore del Registro Imprese di Firenze, il quale…