Verifiche finali per la chiusura del bilancio

In vista dell’imminente scadenza dei termini per il deposito del bilancio presso la sede della società è opportuno effettuare una verifica sugli elementi che gli amministratori devono controllare prima di presentare la documentazione. La continua situazione di difficoltà in cui versano le imprese impone anche per il 2013 di effettuare accurate valutazioni nella redazione del rendiconto. Innanzitutto occorre verificare il rispetto del principio di competenza in relazione ai ratei sulla retribuzione dei dipendenti e nel caso di leasing sottoscritti nel 2013 controllare, tra le scritture di rettifica, l’avvenuto risconto del maxicanone pagato anticipatamente per l’intera durata del leasing ed eventualmente del canone a cavallo d’anno (2013-2014).  Bisogna verificare i saldi dei conti correnti bancari e postali, tenendo conto che devono includere tutti gli incassi e i pagamenti effettuati entro il 2013. Occorre effettuare la riconciliazione (la classica spunta) con gli estratti conto in possesso. Controllare tra le passività dello stato patrimoniale il debito residuo in linea capitale dei mutui. Ricordare che il conto cassa non può mai andare in negativo e tra le disponibilità liquide deve essere rilevata la cassa assegni. Per i crediti ritenuti inesigibili, o in caso di inesigibilità manifestata, occorre procedere con la svalutazione. Il fondo sarà utilizzato per coprire le perdite future. Gli sconti commerciali vanno portati a riduzione del relativo ricavo o costo; gli sconti finanziari devono essere rilevati tra i proventi o gli oneri finanziari. I premi di denaro di fine anno  sono riconducibili agli sconti commerciali e pertanto seguono la medesima tecnica di rilevazione in bilancio. Controllare se i compensi spettanti agli amministratori sono stati deliberati dall’assemblea e inseriti per lo stesso importo nel conto economico, verificare inoltre se gli importi erogati a questi ultimi sono tutti relativi all’anno in corso e se quelli deliberati sul 2013 sono stati corrisposti entro il 12 gennaio. Verificare se il valore di realizzo delle rimanenze finali  è inferiore al costo di acquisto. Se si è verificata una perdita di valore di immobilizzazioni materiali e immateriali si deve procedere alla loro svalutazione. Verificare in ultimo di avere annotato in contabilità la destinazione del risultato d’esercizio 2012 se a eventuale copertura perdite, destinazione a riserva e/o erogazione dividendi.

Verifiche finali per la chiusura del bilancio ultima modifica: 2014-04-09T20:10:11+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo