Super ammortamenti

La legge di Stabilità per il 2016 ha introdotto una serie di agevolazioni e incentivi a favore delle imprese, dei liberi professionisti e dei privati, tra cui la nuova disciplina dei super-ammortamenti per gli investimenti in beni strumentali nuovi acquisiti a partire dal 15 ottobre 2015 e fino al 31 dicembre 2016.

La nuova disciplina è finalizzata ad incentivare gli investimenti in beni materiali strumentali nuovi attraverso una maggiorazione percentuale del costo fiscalmente riconosciuto dei beni medesimi, in modo da consentire, ai fini della determinazione dell’IRES e dell’IRPEF, l’imputazione al periodo d’imposta di quote di ammortamento e dei canoni di locazione finanziaria più elevati.
L’agevolazione coinvolge un ampio ambito soggettivo, essendo prevista a favore di:

– soggetti titolari di reddito d’impresa

– esercenti arti e professioni

ed esclude oggettivamente solo alcuni beni quali:

– i fabbricati e le costruzioni
– i beni materiali che, seppur strumentali all’attività, hanno un coefficiente di ammortamento inferiore al 6,5%
– i beni indicati nello specifico allegato alla legge di Stabilità 2016 (aerei, materiale rotabile, condotte, etc.).

L’agevolazione è possibile sia per l’acquisizione diretta, ma anche per i beni utilizzati in base ai contratti di locazione finanziaria. Dall’ambito applicativo resta invece escluso il noleggio.

Il beneficio determina una maggiorazione del costo fiscale di acquisizione del 40% ai soli fini della deducibilità degli ammortamenti e dei canoni di leasing: non ha alcuna rilevanza contabile ed essendo una differenza definitiva (e non temporanea) non determina lo stanziamento della fiscalità differita.

La maggiorazione del 40% può essere applicata pure ai costi fiscali delle autovetture aziendali e degli agenti e rappresentanti di commercio.

Super ammortamenti ultima modifica: 2016-02-03T07:03:09+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo