Strumenti partecipativi a dipendenti

Assonime nel caso n.6 del 2014 illustra la disciplina relativa all’assegnazione di strumenti finanziari partecipativi a dipendenti di societa’.Tale strumento introdotto dalla riforma del diritto societario ha come scopo di fidalizzare i dipendenti a beneficio dell’impresa stessa. La disciplina civilistica che regola l’istituto in commento e’contenuta nell’art.2349 comma 2, il quale stabilisce che l’assemblea straordinaria puo’deliberare l’assegnazione ai prestatori di lavoro dipendenti della societa’ o di societa’ controllate di strumenti finanziari, diverse dalle azioni, forniti di diritti patrimoniali e amministrativi con esclusione del voto nell’assemblea generale degli azionisti. Appare pacifica la possibilita’ per la societa’di riscattare gli strumenti finanziari assegnati.Aggiungo che e’possibile per i dipendenti di societa’straniere che operano in Italia ottenere strumenti finanziari in valuta e che ai fini dichiarativi fiscali occorrera’ convertire in euro il valore di acquisto, di mercato e di eventuale rimborso da indicare nel quadro RW per il monitoraggio e il pagamento dell’Ivafe, a partire dal periodo d’imposta 2013 mod.Unico 2014,anziche’nel quadro RM.

Strumenti partecipativi a dipendenti ultima modifica: 2014-07-22T08:45:45+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo