Risposte in breve

Pubblico una domanda posta da  un contribuente, qualche giorno prima della scadenza del pagamento delle imposte locali (Imu e Tasi),  chiedendo spiegazioni relative al suo caso.

Domanda: quali sonno i requisiti dell’agevolazione per Imu e Tasi nel caso in cui l’immobile di proprietà, a seguito di interventi di manutenzione straordinaria, è reso inabitabile e inagibile per un periodo prolungato?

Risposta: La condizione di inagibilità e inabitabilità di un immobile determina delle riduzioni del carico tributario ai fini delle imposte locali. Ai fini Imu, in particolare, è previsto che per tali unità la base imponibile sia ridotta alla metà. Ma non è sufficiente che il bene sia effettivamente inagibile o inabitabile ma occorre anche la previa presentazione dell’istanza di riduzione da parte del contribuente nonchè l’effettiva condizione di inutilizzo di fatto dell’immobile. La riduzione decorre dalla data di presentazione dell’istanza. E’ opportuno premunirsi di una relazione redatta da un tecnico o in alternativa l’interessato può chiedere un sopralluogo all’Ufficio tecnico comunale. La situazione di inagibilità e inabitabilità dell’immobile può inoltre avere ricadute sulla Tasi e sulla Tari determinando riduzioni d’imposta. Per questo motivo gli immobili per ritenersi esclusi da tassa non devono essere utilizzati e occorre dare notizia in un’apposita denuncia di variazione.

 

 

Risposte in breve ultima modifica: 2014-06-16T15:10:13+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo