Nello Spesometro la Scheda Carburanti

Nello Spesometro la Scheda Carburanti

Ai fini della comunicazione nello spesometro dei dati relativi all’acquisto di carburante, occorre distinguere tra pagamenti effettuati esclusivamente con carte elettroniche (carte di credito, bancomat, carte prepagate) che fruiscono dell’esonero della tenuta della scheda carburante e le altre modalità di pagamento per le quali si compila la tradizionale scheda.

Con riferimento, invece, agli acquisti di carburante che confluiscono nella scheda carburante (sostitutiva della fattura), non era chiaro se si dovessero comunicare i singoli rifornimenti, in quanto effettuati presso fornitori diversi, ovvero il totale della scheda, inteso come documento riepilogativo.

Sul punto sono intervenute le istruzioni per la compilazione del modello polivalente, prediligendo la seconda soluzione. E’ stato, infatti, chiarito che per i casi in cui permane la tenuta della scheda carburante, il modello prevede la possibilità, per il soggetto obbligato alla comunicazione, di riportarne i dati con le stesse modalità del documento riepilogativo delle fatture di importo inferiore a 300 euro.

Pertanto in maniera analoga a quanto disposto per gli operatori che si avvalgono della suddetta semplificazione, al fine di comunicare i dati delle schede carburanti occorre barrare la casella “documento riepilogativo” nel quadro FA in caso di comunicazione “aggregata” o nel quadro FR in caso di comunicazione analitica. La casella “documento riepilogativo” dovrebbe essere alternativa all’indicazione del codice fiscale e della partita Iva della controparte. 

Nello Spesometro la Scheda Carburanti ultima modifica: 2013-11-02T19:03:56+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo