La proroga moltiplica le scadenze

Dopo l’annuncio dei giorni scorsi è arrivato il Decreto che dispone lo slittamento dei termini per la trasmissione telematica dei modelli 770/2017, Redditi 2017 e Irap 2017, relativi al periodo d’imposta 2016. 

Si tratta nello specifico del Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 26 luglio 2017 pubblicato nel n.175 della GU del 28 luglio 2017.

Lo slittamento è dunque unico per tutti al 31 ottobre prossimo e per quanto riguarda le imposte sui redditi unifica i termini sia per le persone fisiche che per le società di persone e di capitali.

 

La semplificazione fiscale resta un’utopia e si rileva portatrice di complicazioni, con la moltiplicazione degli adempimenti.

Per effetto della proroga, limitata alle sole imposte sui redditi, il contribuente, titolare di reddito d’impresa, dovrà rispettare le vecchie scadenze del 30 giugno 2017 o dal 1° luglio al 31 luglio 2017 con lo 0,40% in piu’, per pagare l’Irap, l’eventuale saldo Iva 2016, i contributi previdenziali e Irpef altre imposte diverse dalle imposte sui redditi.

Le nuove scadenze, solo per  coloro che dichiarano redditi d’impresa, 20 luglio 2017, o dal 21 luglio al 21 agosto con lo 0,40% in piu, per pagare le imposte sui redditi, Irpef, Ires e relative addizionali.

In questa settimana dovrebbero concretizzarsi altre due proroghe fiscali di cui si è parlato in questi giorni, il modello 770 e la voluntary bis, entrambi in scadenza al 31 luglio.

Le nuove date ancora non sono ufficiali anche se si sono fatte delle ipotesi (si è parlato del 31 ottobre per il modello 770 e del 30 settembre, che essendo un sabato slitterebbe al 2 ottobre, per la voluntary.

La proroga moltiplica le scadenze ultima modifica: 2017-08-02T16:48:48+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo

Commenta questo articolo