Gli indicatori di crisi aziendale

Lo Studio, sempre attento alle problematiche relative alle imprese, attraverso una serie di approfondimenti  che verranno via via  pubblicati, si propone di collaborare con l’imprenditore individuale e l’amministratore di società a percepire eventuali segnali  di crisi aziendale e di individuare le opportune strategie per poter superare le situazioni di difficoltà economica e finanziaria. Si inizia innanzitutto a effettuare una periodica verifica della sussistenza della continuità aziendale concentrandosi sull’esame dei fatti che possono indicare una perdita del presupposto della continuità aziendale, attraverso l’utilizzo di una serie di indicatori, distinguendoli in tre categorie: indicatori finanziari; indicatori gestionali e e altri indicatori. Per quanto riguarda gli INDICATORI FINANZIARI si segnalano: situazione di deficit patrimoniale o di capitale circolante negativo; prestiti a scadenza fissa o prossimi alla scadenza senza che vi siano prospettive di rinnovo o di rimborso; oppure eccessiva dipendenza da prestiti a breve termine per finanziare attività a lungo termine; principali indici economico finanziari negativi; mancanza o discontinuità nella distribuzione dei dividendi; incapacità di saldare i debiti alla scadenza; incapacità di ottenere finanziamenti per lo sviluppo di nuovi prodotti ovvero per altri investimenti necessari. INDICATORI GESTIONALI: consistono nella perdita di amministratori o dirigenti chiave senza riuscire a sostituirli; perdita di mercati fondamentali o di fornitori importanti; difficoltà nell’organico del personale o nel mantenere il normale flusso di approvvigionamento da importanti fornitori. ALTRI INDICATORI: il capitale netto al disotto dei minimi legali; contenziosi legali e fiscali che, in caso di soccombenza, potrebbero comportare obblighi di risarcimento che l’impresa non è in grado di rispettare. La riduzione del capitale legale sotto i limiti di legge o il ripetersi di perdite superiori a 1/3 dello stesso, non è sempre valutata adeguatamente dalle imprese, in particolare da quelle medio-piccole sprovviste di collegio sindacale o revisore. Tutto questo può dar luogo a successive difficoltà nella richiesta di finanziamenti in quanto le banche tengono conto di tale parametro.  In sostanza, il sistema degli indicatori costituisce la prima operazione da compiere da parte del titolare dell’impresa individuale o dagli amministratori di una società per verificare la sussistenza della continuità aziendale.

Gli indicatori di crisi aziendale ultima modifica: 2014-02-19T18:29:58+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo