Gestione separata 2015

L’INPS comunica, con circolare n. 27 del 5 febbraio 2015, le nuove aliquote contributive, il massimale e il minimale di reddito relativi all’anno 2015, da applicare ai soggetti iscritti alla Gestione Separata.

Aumento per il 2015 dal 27 al 30% dell’aliquota contributiva per i soggetti iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata.

Con la circolare n. 27 del 5 febbraio 2015, l’INPS pone l’attenzione sulle novità in materia di gestione separata dettate dalla legge di stabilità.
Le aliquote dovute per la contribuzione alla Gestione Separata per l’anno 2015, sono dunque complessivamente fissate come segue:
30,72% per i soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie;
23,50% per i soggetti titolari di pensione (diretta e indiretta) o assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie.
Il massimale di reddito su cui applicare le aliquote, è fissato, per il 2015 in € 100.324,00, mentre il minimale di reddito è pari a € 15.548,00.
Restano invariati per l’anno in corso:
– la ripartizione dell’onere contributivo tra collaboratore e committente, stabilita nella misura rispettivamente di un terzo (1/3) e due terzi (2/3);
– le scadenze dei pagamenti che per le ditte committenti è il 16 del mese successivo a quello di effettiva corresponsione del compenso; mentre per i professionisti iscritti alla Gestione Separata, l’onere contributivo è a carico degli stessi ed il versamento deve essere eseguito alle scadenze fiscali previste per il pagamento delle imposte sui redditi.
Gestione separata 2015 ultima modifica: 2015-02-10T19:26:21+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo