Frontalieri italiani

La legge di stabilità 2014 (legge n.147/2013) conferma la soglia di esenzione fino a 6.700 euro per i frontalieri, prevedendola non più come norma “a tempo” come era stato fatto finora, ma a regime, a partire dal periodo d’imposta 2014. I frontalieri che risiedono in Italia e lavorano in Svizzera, muovendosi nella c.d. fascia di confine, continuano a godere del particolare regime di favore, previsto dall’accordo del 3 ottobre 1974 stipulato tra i due Paesi, con tassazione esclusiva in Svizzera. L’interpretazione data dall’Agenzia delle Entrate ai fini del riconoscimento della franchigia di 6700 euro è abbastanza ampia, in quanto viene data importanza essenzialmente a due condizioni:  -che il lavoratore si rechi quotidianamente oltreconfine a lavorare; -che il luogo di lavoro “sia in zona di frontiera” e Paesi limitrofi. Non è invece richiesto ( a differenza di quanto previsto, per esempio, dalle Convenzioni con Francia e Austria e dall’accordo con la Svizzera) che il locatore abiti in (e si muova da) zone di confine.

Frontalieri italiani ultima modifica: 2013-12-30T12:19:22+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo