Cambia la tassazione per dividendi e plusvalenze

Nuova imponibilità per dividendi e plusvalenze: sale dal 49,72 al 58,14 per cento la tassazione degli utili, prodotti a partire dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2016, derivanti dalla partecipazione in società ed enti soggetti IRES; la stessa percentuale di tassazione si applica al capital gain realizzati a decorrere dal 1°gennaio 2018. E’ la conseguenza della diminuzione dell’aliquota IRES che, a decorrere dal 2017, è passata del 27,5% al 24%; per riequilibrare la tassazione dei proventi derivanti, da un lato dagli utili e dall’altro dalle plusvalenze sulla cessione di partecipazioni è stata rideterminata la percentuale di tassazione in capo ai percettori di tali redditi.

Confermate le vecchie percentuali di imponibilità per i dividendi formati con utili prodotti in esercizi precedenti, nella seguente misura:

– del 40%, che si applica agli utili prodotti fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2007;
– del 49,72%, che si applica agli utili prodotti dall’esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007 fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2016.

Nel caso in cui il percettore degli utili sia un ente non commerciale residente, la nuova percentuale di imponibilità passa dal 77,78% al 100%.

Per le plusvalenze e minusvalenze le nuove aliquote si applicano, invece, a quelle realizzate a partire dal 1° gennaio 2018.

Cambia la tassazione per dividendi e plusvalenze ultima modifica: 2017-10-10T06:10:17+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo

Commenta questo articolo