Aumenta il prelievo sulle rendite finanziarie

E’ confermato l’aumento della tassazione sulle rendite finanziarie, la cui aliquota passerà dal 20 al 26% a partire dal prossimo mese di luglio. Sono esclusi dal provvedimento i BOT e i BTP. Le rendite che sono attualmente tassate al 20%: gli interessi sui conti correnti e sui conti di deposito; le obbligazioni; i proventi dei fondi comuni istituiti in Italia, i proventi delle polizze vita; i dividendi e, in genere, plusvalenze e minusvalenze non qualificate passeranno dal 1° luglio 2014 al 26%. E’ confermata l’aliquota del 12,5% sui titoli di Stato. Per i titoli azionari e assimilati, l’aliquota del 26% si applica ai dividendi e agli utili incassati dal 1° luglio 2014, a prescindere dal periodo di formazione dell’utile. Per i titoli obbligazionari e le cambiali finanziarie, invece, il passaggio al 26% riguarderà gli interessi e altri proventi maturati dal 1°luglio. Il risparmio postale è solo parzialmente interessato. L’incremento dell’aliquota dal 20% al 26% colpirà gli interessi attivi che matureranno sui conti correnti e sui libretti di risparmio detenuti presso Poste Italiane a partire dal 1°luglio 2014. Invece la tassazione degli interessi già maturati e che matureranno sui buoni fruttiferi postali in circolazione e di nuova emissione non subirà alcun incremento, restando ferma al 12,5%. Ecco alcune simulazioni di quanto costerà il nuovo prelievo sulle rendite finanziarie: un contribuente che possiede un obbligazione che rende il 2,5% lordo, una volta sottratto il prelievo del 20%, il guadagno al netto delle tasse scende al 2%, con la nuova aliquota del 26% invece il rendimento netto dello stesso titolo sarà pari all’1,86%. Chi ha investito una somma di 10.000 euro, vedrà calare gli interessi effettivamente incassati ogni anno da 200 euro a 186 euro, con una perdita di 14 euro. La stessa perdita toccherà a chi ha investito in azioni, fondi comuni o polizze assicurative. Dovrebbero rimanere fuori i buoni fruttiferi postali che finora, come i titoli di Stato hanno mantenuto ala tassazione al 12,5%.

Aumenta il prelievo sulle rendite finanziarie ultima modifica: 2014-04-29T18:20:07+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo