Approvato il nuovo modello di spesometro

Con il provvedimento direttoriale di ieri 2 Agosto 2013, l’Agenzia delle Entrate ha approvato un nuovo modello di comunicazione che può essere utilizzato non solo per le operazioni rilevanti ai fini Iva, ma anche per adempimenti diversi. Il legislatore ha stabilito che formano oggetto di comunicazione del cosiddetto” spesometro” a decorrere dal 1°gennaio 2012 tutte le operazioni per le quali sussiste l’obbligo di emissione della fattura a prescindere dall’importo, nonchè i corrispettivi riguardanti la cessioni e le prestazioni rese e ricevute, per le quali non sussiste l’obbligo di emissione della fattura ma di scontrino o ricevuta fiscale, se l’importo unitario non è inferiore a 3.600 euro (Iva compresa) e il relativo pagamento è avvenuto senza l’utilizzo di carte di credito o di debito prepagate. Se il contribuente si è avvalso della facoltà di annotare ai fini Iva in un unico documento riepilogativo mensile le fatture d’importo inferiore a 300 euro, nel modello comunicativo vanno indicati il numero del documento, l’imponibile complessivo delle operazioni e il totale dell’imposta. La  trasmissione del modello, relativo alle operazioni eseguite lo scorso anno, dovrà avvenire (come peraltro già anticipato in un precedente articolo pubblicato il 10 luglio) con le consuete modalità telematiche entro il 12 Novembre 2013 per i soggetti con liquidazione mensile, mentre per gli altri il 21 Novembre 2013. A partire dalle comunicazioni relative al 2013, invece, il modello dovrà essere trasmesso entro il 10 Aprile dell’anno successivo per i soggetti con liquidazione mensile, mentre per gli altri entro il 20 Aprile dell’anno successivo.

 

Approvato il nuovo modello di spesometro ultima modifica: 2013-08-03T19:53:30+00:00 da Dott. Gaetano Pappalardo